Logo Clio92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia
MAPPA DEL SITO

In Primo Piano

Vetrina di Clio

Storia in Video

Anni Trenta gialli e neri
Estratto dallo spettacolo (14 aprile 2015 Mestre /Venezia)

Rassegna Stampa

Scuola Stampa e Cultura
Scuola Stampa e Cultura

Ricerca sul Sito

Google


Rassegna stampa

Marc Augé, La seconda vita di Asterix in quel villaggio ci siamo noi. Fonte: la Repubblica 24.05.2015

Marc Augé, La seconda vita di Asterix in quel villaggio ci siamo noi. Fonte: la Repubblica 24.05.2015 Nelle storie e nei personaggi del fumetto inventato da Goscinny e Uderzo sono riassunte molte delle contraddizioni e delle diversità del popolo francese, caratteristiche che assumono spesso un valore universale. Il che spiega, almeno in parte, il successo della saga. Asterix è un leader popolare e molto più diplomatico di quanto non sembri. E naturalmente è il simbolo vivente dell'indipendenza e della resistenza del piccolo villaggio bretone all'invasione romana. Di fronte ai legionari di Roma, presentati come individui rozzi e ottusi, i Galli appaiono astuti e simpatici. Naturalmente si tratta di un'immagine idealizzata, ma è indubbio che a noi francesi piace pensarci così.


Leggi la Notizia »

Alberto Sebastani. La letteratura e il fumetto sono una forma di resistenza: intervista a Baru. Fonte: laRepubblica 2.05.2015

Alberto Sebastani. La letteratura e il fumetto sono una forma di resistenza: intervista a Baru. Fonte: laRepubblica 2.05.2015 «Letteratura e fumetto non hanno la forza per cambiare il mondo, ma sono una forma di resistenza». Lo dice con l'amaro in bocca, il fumettista francese Baru (all'anagrafe Hervé Barulea, classe 1947). Figlio di operai, padre immigrato italiano, madre bretone, dal 1984 a oggi ha portato nel fumetto il mondo operaio in cui è nato, da cui si è allontanato rinnegandolo e a cui è tornato per raccontarlo con disegni e nuvolette. «Un mondo che è profondamente cambiato», ammette oggi, mentre in libreria arriva la sua ultima fatica, La canicola (Coconino press – Fandango), tratto dal romanzo omonimo di Jean Vautrin. Una storia nera, di emarginati, «che scava a fondo nell'animo umano», dice Baru, che al fumetto è arrivato tardi, negli anni settanta, e quasi per caso. (da Minima & Moralia)


Leggi la Notizia »

Stefano Bartezzaghi, Altro che logica l'intelligenza è questione di nonsense. Fonte: laRepubblica 12.05.2015

Stefano Bartezzaghi, Altro che logica l'intelligenza è questione di nonsense. Fonte: laRepubblica 12.05.2015 Com'è che il computer, così prestante per memoria e velocità, non ha ancora imparato a parlare, a tradurre, a capire? Ce la farà mai? Perché “Intelligenza Artificiale” da nome di inquietante prospettiva di ricerca pare essersi tramutato in aporia e ossimoro irriducibile? «Almeno finora», aggiungerebbe con prudenza Douglas Hofstadter. Ed è proprio questo l'argomento che affascina, si può dire da sempre, l'estroso professore americano il cui Gödel, Escher, Bach. Un'eterna ghirlanda brillante (tradotto in italiano da Adelphi) già nel 1979 introdusse nel dibattito stile e argomentazioni originalissimi e divenne il più inatteso dei premi Pulitzer e dei bestseller mondiali.


Leggi la Notizia »

Jean Pierre Changeux, I neuroni della cultura, Fonte: Il sole 24 Ore 3.05.2015

Jean Pierre Changeux, I neuroni della cultura, Fonte: Il sole 24 Ore 3.05.2015 Il cervello grazie ai processi evolutivi ha sviluppato la facoltà d'incorporare storia, ma lo fa senza seguire un disegno intelligente. Esiste un aspetto fondamentale delle funzioni cerebrali umane:la loro capacità di incorporare la storia. Questa attitudine non è molto (o lo è molto poco) condivisa dalle altre specie animalie si trova inscritta nel genoma umano per via della sua storia evolutiva. L'organizzazione del cervello risente dell'ambiente sociale e culturale, del processo storico di socializzazione, del lavoro storico delle generazioni successive.


Leggi la Notizia »


Dalla Scuola

#labuonascuola. 15 maggio 2015. Il testo del DDL sulla riforma della scuola in corso di approvazione alla Camera

#labuonascuola. 15 maggio 2015. Il testo del DDL sulla riforma della scuola in corso di approvazione alla Camera DDL riforma scuola. Ecco il testo in approvazione alla Camera dei deputati, dopo le modifiche della VII Commissione Camera dei Deputati del 13 maggio 2015 Il DDL è stato presentato dai Ministri: Giannini, Madia e Padoan. Ha come titoli "Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti.


Leggi la Notizia »

Vita dell'associazione

La XXI edizione della Scuola estiva di Arcevia sul tema "Incroci di linguaggi . Rappresentazioni artistiche del passato nella didattica della storia"." Il programma del corso

La XXI edizione della Scuola estiva di Arcevia sul tema "Incroci di linguaggi . Rappresentazioni artistiche del passato  nella didattica della storia"." Il programma del corso La storia non è solo nei libri di storia. Tanta storia è anche in opere che ne fanno il contesto di trame finzionali. Il passato storico è rappresentato non solo tramite le scritture degli storici e degli autori di testi scolastici, ma anche attraverso i linguaggi di varie arti, da quelle figurative e grafiche al cinema, dalla letteratura e dal teatro alla musica, dalla multimedialità ai videogiochi: sono questi i principali linguaggi mediante i quali attualmente il passato storico è rappresentato oltre la scrittura degli storici e degli autori di testi scolastici. Occorre dunque fare i conti con questa esuberante presenza della storia nelle opere finzionali. Sono questi i temi che hanno ispirato il programma della Scuola Estiva di Arcevia che si svolgerà dal 25 al 28 agosto 2015.


Leggi la Notizia »

Il Bollettino di Clio: on line il N. 3 della nuova serie sul tema "Racconti storici e racconti di finzione sul passato ".

Il Bollettino di Clio: on line il N. 3 della nuova serie sul tema "Racconti storici e racconti di finzione sul passato ". E' in linea il numero 3 del Bollettino di Clio (Nuova serie) in formato digitale interattivo. Questo numero è dedicato al tema "Racconti storici e racconti di finzione sul passato " con un'intervista a Milena Agus e Luciana Castellina su letteratura e storia prendendo spunto dal recente libro "Guardati dalla mia fame". A seguire contributi, esperienze, libri, film e immagini che entrano nel merito della riflessione sul tema con interventi di Pierre Nora, Enrica Dondero, Laura Fontana, Loredana Prot, Silvia Ramelli, Carla Salvadori, Pola Lotti, Gabriella Bonini, Nayara Silva Carie, Maria Elena Monari, Ernesto Perillo, Maria Teresa Rabitti. Editoriale a cura di Saura Rabuiti che con la Redazione ha curato questo numero. Il Bollettino è leggibile liberamente. Buona lettura!


Leggi la Notizia »

Una riflessione sul n.14 dei Quaderni di Clio sul rapporto fra rappresentazioni finzionali e rappresentazioni storiche del passato per la didattica

Una riflessione sul n.14 dei Quaderni di Clio sul rapporto fra rappresentazioni finzionali e rappresentazioni storiche del passato per la didattica La narrazione di finzione, nelle sue diverse e molteplici tipologie, come rappresentazione storica ha forte presa sugli studenti, ma anche in generale sul modo in cui apprendiamo la storia: basti pensare al successo di film o di fiction televisive a sfondo storico, che stanno a dimostrare il forte bisogno di storia presente oggi, non sempre soddisfatto dalla manualistica tradizionale. Abbiamo considerato due dimensioni di ricerca: una strutturale, per indagare analogie e differenze fra le forme di comunicazione che utilizzano la "narrazione", per capire cosa accomuna l'immaginazione del letterato e l'immaginazione dello storico. L'altra è connessa all'uso didattico della letteratura, o più in generale dei testi di finzione, come fonte primaria e secondaria per costruire conoscenze


Leggi la Notizia »


Didattica della storia




 
Clio '92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia - Redazione
Accesskey | Accessibilit� | Copyright Clio92 - CF 93030890201 - Tutti i diritti riservati - Powered by Q-web srl Enteweb
Per una visione ottimale del sito si consiglia di utilizzare una risoluzione 1024x768 e carattere medio