Logo Clio92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia
MAPPA DEL SITO

In Primo Piano

Vetrina di Clio

Storia in Video

Rassegna Stampa

Scuola Stampa e Cultura
Scuola Stampa e Cultura

Ricerca sul Sito

Google


Rassegna stampa

Antonio Gnoli, Adriano Prosperi: "Io ci provo, ma quello degli storici sta diventando un mestiere inutile". Fonte: la Repubblica 29.06.2015

Antonio Gnoli, Adriano Prosperi: "Io ci provo, ma quello degli storici sta diventando un mestiere inutile". Fonte: la Repubblica 29.06.2015 Lo studioso: "Mio nonno mezzadro. Mio padre piccolissimo proprietario. Mai avrei immaginato di farcela. La Normale mi cambiò la vita. I miei ideali sociali erano in provincia: cercavo un riscatto a chilometro zero. Nella casa dove sono cresciuto c'erano ancora gli attrezzi da lavoro che sono scolpiti sulle cattedrali medievali. Allora i nostri nonni invecchiavano come alberi. C'era una fraternità che non esiste più"


Leggi la Notizia »

Marco Ansaldo, Papa Francesco, l'Enciclica "verde": "Salvate il Pianeta dall'uomo": Fonte la Repubblica 16.06.2015

Marco Ansaldo, Papa Francesco, l'Enciclica "verde": "Salvate il Pianeta dall'uomo": Fonte la Repubblica 16.06.2015 "Lettera Enciclica Laudato sì del Santo Padre Francesco sulla cura della casa comune". C'è il simbolo papale del Pontefice argentino, il suo motto ("Miserando atque eligendo"), e quasi 200 pagine di testo con tanto di citazioni e note. L'Espresso ieri pomeriggio ha pubblicato una versione integrale dell'Enciclica già battezzata come "verde", ambientalista, di Jorge Mario Bergoglio, tre giorni prima della presentazione ufficiale in Vaticano. Ecco alcuni estratti del testo.


Leggi la Notizia »


Dalla Scuola

Mario Barenghi, Se gli esami di maturità cadono su Calvino. Fonte: Doppiozero 18.06.2015

Mario Barenghi,  Se gli esami di maturità cadono su Calvino. Fonte: Doppiozero 18.06.2015 Felice scelta, quella di proporre all'esame di maturità un brano di Italo Calvino. E significativa l'opzione per il suo romanzo d'esordio, quel Sentiero dei nidi di ragno che nel 1947 lo impone come uno dei giovani scrittori più dotati e promettenti: un romanzo di guerra, che cade bene nel settantesimo anniversario della Liberazione (a tacere del centenario della Grande Guerra, caduto lo scorso anno e destinato ad accompagnarci fino al 2018). Tuttavia la scelta del brano, e ancor più la cornice in cui è presentato, possono destare qualche perplessità. Vediamo di cosa si tratta.


Leggi la Notizia »

Vita dell'associazione

La XXI edizione della Scuola estiva di Arcevia sul tema "Incroci di linguaggi. Rappresentazioni artistiche del passato nella didattica della storia". Programma, eventi e modalità di iscrizione al corso.

La XXI edizione della Scuola estiva di Arcevia sul tema "Incroci di linguaggi. Rappresentazioni artistiche del passato nella didattica della storia". Programma, eventi e modalità di iscrizione al corso. La storia non è solo nei libri di storia. Tanta storia è anche in opere che ne fanno il contesto di trame finzionali. Il passato storico è rappresentato non solo tramite le scritture degli storici e degli autori di testi scolastici, ma anche attraverso i linguaggi di varie arti, da quelle figurative e grafiche al cinema, dalla letteratura e dal teatro alla musica, dalla multimedialità ai videogiochi: sono questi i principali linguaggi mediante i quali attualmente il passato storico è rappresentato oltre la scrittura degli storici e degli autori di testi scolastici. Occorre dunque fare i conti con questa esuberante presenza della storia nelle opere finzionali. Sono questi i temi che hanno ispirato il programma della Scuola Estiva di Arcevia che si svolgerà dal 25 al 28 agosto 2015.


Leggi la Notizia »

Il Bollettino di Clio: on line il N. 3 della nuova serie sul tema "Racconti storici e racconti di finzione sul passato ".

Il Bollettino di Clio: on line il N. 3 della nuova serie sul tema "Racconti storici e racconti di finzione sul passato ". E' in linea il numero 3 del Bollettino di Clio (Nuova serie) in formato digitale interattivo. Questo numero è dedicato al tema "Racconti storici e racconti di finzione sul passato " con un'intervista a Milena Agus e Luciana Castellina su letteratura e storia prendendo spunto dal recente libro "Guardati dalla mia fame". A seguire contributi, esperienze, libri, film e immagini che entrano nel merito della riflessione sul tema con interventi di Pierre Nora, Enrica Dondero, Laura Fontana, Loredana Prot, Silvia Ramelli, Carla Salvadori, Pola Lotti, Gabriella Bonini, Nayara Silva Carie, Maria Elena Monari, Ernesto Perillo, Maria Teresa Rabitti. Editoriale a cura di Saura Rabuiti che con la Redazione ha curato questo numero. Il Bollettino è leggibile liberamente. Buona lettura!


Leggi la Notizia »

Una riflessione sul n.14 dei Quaderni di Clio sul rapporto fra rappresentazioni finzionali e rappresentazioni storiche del passato per la didattica

Una riflessione sul n.14 dei Quaderni di Clio sul rapporto fra rappresentazioni finzionali e rappresentazioni storiche del passato per la didattica La narrazione di finzione, nelle sue diverse e molteplici tipologie, come rappresentazione storica ha forte presa sugli studenti, ma anche in generale sul modo in cui apprendiamo la storia: basti pensare al successo di film o di fiction televisive a sfondo storico, che stanno a dimostrare il forte bisogno di storia presente oggi, non sempre soddisfatto dalla manualistica tradizionale. Abbiamo considerato due dimensioni di ricerca: una strutturale, per indagare analogie e differenze fra le forme di comunicazione che utilizzano la "narrazione", per capire cosa accomuna l'immaginazione del letterato e l'immaginazione dello storico. L'altra è connessa all'uso didattico della letteratura, o più in generale dei testi di finzione, come fonte primaria e secondaria per costruire conoscenze


Leggi la Notizia »


Didattica della storia

Marie Estelle Pech, Programmi di storia: il dibattito sulle vittime. Fonte: Le Figaro

Marie Estelle Pech, Programmi di storia: il dibattito sulle vittime. Fonte: Le Figaro À la Sorbonne des historiens ont échangé sur la place à accorder aux "souffrances memorielle". La place des «victimes» dans les programmes scolaires a déchaîné les passions des historiens rassemblés à la Sorbonne mercredi. En invitant ces intellectuels, Najat Vallaud-Belkacem et Michel Lussault, le président du Conseil supérieur des programmes (CSP), espéraient éteindre la polémique menée à coups de tribunes incendiaires depuis le dévoilement, il y a un mois et demi, des projets de programmes pour le collège. Il faut «redonner au débat son sens scientifique», a déclaré la ministre en ouverture du forum, «l'histoire est une construction toujours continuée». (Traduzione a cura di E.Perillo)


Leggi la Notizia »




 
Clio '92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia - Redazione
Accesskey | Accessibilit� | Copyright Clio92 - CF 93030890201 - Tutti i diritti riservati - Powered by Q-web srl Enteweb
Per una visione ottimale del sito si consiglia di utilizzare una risoluzione 1024x768 e carattere medio