Logo Clio92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia
MAPPA DEL SITO

In Primo Piano

Vetrina di Clio

Storia in Video

Rassegna Stampa

Scuola Stampa e Cultura
Scuola Stampa e Cultura

Fotografia e Storia

Ricerca sul Sito

Google


Rassegna stampa

Claudio Madricardo, Il Giornale e Mein Kampf. Intervista con lo storico Simon Levis Sullam. Fonte:Ytali 15.06.2016

Claudio Madricardo, Il Giornale e Mein Kampf. Intervista con lo storico Simon Levis Sullam. Fonte:Ytali 15.06.2016 Ha fatto e fa discutere la scelta de il Giornale di allegare, con l'edizione del quotidiano dell'11 giugno scorso, il Mein Kampf di Adolf Hitler, con una prefazione dello storico Francesco Perfetti. L'iniziativa del quotidiano milanese ha suscitato una marea di giudizi negativi in campo politico. Quanto al campo della storiografia, cui a tutti gli effetti spetta il giudizio più ponderato su un fenomeno come quello del nazionalsocialismo, innumerevoli sono state gli accenti critici anche da parte di personalità di orientamento differente. Per fare solo qualche nome, Alessandro Campi, Mario Isnenghi e Franco Cardini. L'intervista allo storico Simon Levis Sullam cerca di fare luce a una vicenda che sembra essere nata da chi l'ha concepita, con troppe sfumature di pericolosa ambiguità.


Leggi la Notizia »

Simonetta Fiori, Negazionismo, la legge che fa litigare gli storici. Fonte: la Repubblica 10.06.2016

Simonetta Fiori, Negazionismo, la legge che fa litigare gli storici. Fonte: la Repubblica 10.06.2016 Dire che la Shoah o un altro genocidio non è avvenuto è reato può un tribunale giudicare il passato? Chi nega la Shoah pubblicamente può essere punito con il carcere. Il negazionismo è diventato reato. Dopo nove anni di discussioni, di svariati rinvii tra i due rami del Parlamento, di vibranti appelli firmati dagli storici contrari, la Camera ha definitivamente approvato la proposta di legge che punisce il negazionismo con una pena da due a sei annidi reclusione. Quasi unanime la contrarietà manifestata dagli storici italiani tanto da indurre Palazzo Chigi a frenare sul dispositivo: il negazionismo è un fenomeno preoccupante, sostennero gli studiosi, ma si combatte con strumenti culturali, non penali.


Leggi la Notizia »

Anna Foa, Perchè no alla legge sul negazionsmo. Le idee e la ricerca non devono essere censurate. Fonte: la Repubblica 10.06.2016

Anna Foa, Perchè no alla legge sul negazionsmo. Le idee e la ricerca non devono essere censurate. Fonte: la Repubblica 10.06.2016 E così, alla fine, la legge sul negazionismo è stata definitivamente approvata dal Parlamento italiano ed è diventata legge anche in Italia. Ero, e continuo ad esserlo, tra quanti ritenevano questa legge un errore. Un errore sotto due diversi aspetti, quello della ricerca storica e della libertà di pensiero e quello dell'effettivo risultato che una legge del genere può portare. Cominciamo dal primo di questi due aspetti, quello che può sembrare meno importante, a torto perché implica una deroga ai principi fondamentali del nostro assetto politico e culturale. Con questa legge, infatti, si passa oltre quelli che erano i limiti della legge Mancino, legge che non era una legge su reati d'opinione, contrariamente a quanto sostenevano i suoi detrattori...


Leggi la Notizia »

Guido Crainz, Perchè sì alla legge sul negazionismo. Non sono opinioni ma propaganda per nuovi crimini Fonte: la Repubblica 10.06.2016

Guido Crainz, Perchè sì alla legge sul negazionismo. Non sono opinioni ma propaganda per nuovi crimini Fonte: la Repubblica 10.06.2016 Ho seguito con disagio il dibattito sollevato dalla legge sul negazionismo, con una crescente difficoltà a riconoscermi nell'opinione quasi unanimemente ostile degli storici (ha fatto eccezione Anna Rossi-Doria con un importante contributo ad un convegno su questo tema, e nell'intervista che le ha fatto di recente Simonetta Fiori per questo giornale). Il disagio è inevitabile, credo: è difficile considerare sostanzialmente positiva una legge giudicata da amici e colleghi come liberticida. È difficile resistere ad appelli contro di essa che hanno visto il confluire di veri maestri della storiografia e di giovani e appassionati studiosi. Eppure una legge contro la negazione della Shoah a me sembra fondata, mentre la sua estensione ad altri casi mi lascia enormi dubbi.


Leggi la Notizia »

Marino Niola, La delocalizzazione della memoria. Fonte: la Repubblica 1.06.2016

Marino Niola, La delocalizzazione della memoria. Fonte: la Repubblica 1.06.2016 L'uomo digitale sta perdendo la memoria. Gli apocalittici lo danno per certo. Ma non è così. Le loro fosche previsioni non tengono conto della capacità adattativa degli esseri umani, perché di ogni grande trasformazione colgono solo ciò che si perde e non vedono ciò che si guadagna. In realtà, nella civiltà 2.0 ciascuno di noi ha a disposizione quote di memoria che non hanno precedenti nella storia. Ci portiamo un'intera biblioteca di Alessandria nello smartphone. E i Big data sono ormai una miniera di informazioni disponibili h24. Niente buchi, niente annebbiamenti, niente amnesie.


Leggi la Notizia »


Dalla Scuola

Esami di Stato 2016, lo speciale: ordinanza, date, guide, normativa. Fonte: Orizzonte scuola

Esami di Stato 2016, lo speciale: ordinanza, date, guide, normativa. Fonte: Orizzonte scuola Pubblicata l'Ordinanza Ministeriale n. 252/2016 che, dopo la C.M. n. 2 del 23 febbraio 2016 relativa alla formazione delle commissioni, mette in moto la "macchina" della maturità 2016 con indicazioni operative per i consigli di classe, le commissioni e i candidati. La rivista on line Orizzonte Scuola, come ogni anno, mette a diposizione dei propri lettori un apposito speciale che include la normativa, le faq del MIUR, le date, le guide.


Leggi la Notizia »

Vita dell'associazione

XXII Scuola Estiva di Arcevia (23-26 agosto 2016). Scritture della storia nell'insegnamento. Come usare testi storiografici e testi di finzione?

XXII Scuola Estiva di Arcevia (23-26 agosto 2016). Scritture della storia nell'insegnamento. Come usare testi storiografici e testi di finzione? Basta lo studio dei testi manualistici per insegnare e apprendere storia e, soprattutto, per formare cultura e pensiero storico? Presumiamo di no, perciò insistiamo nella XXII edizione della scuola Estiva di Arcevia con la proposta di inserire testi diversi – storiografici e opere di finzione storica – nei processi di insegnamento e apprendimento della storia. In questo secondo anno del Progetto sulle scritture della storia le riflessioni e i ragionamenti saranno dedicati ad analizzare le differenti caratteristiche di scrittura dei testi storiografici e dei testi di finzione e nei laboratori si proporranno modelli di unità di insegnamento e di apprendimento trasferibili in aula.


Leggi la Notizia »

Il Bollettino di Clio: on line il N. 5 della nuova serie sul tema "La storia generale e la storia nei manuali scolastici".

Il Bollettino di Clio: on line il N. 5 della nuova serie sul tema "La storia generale e la storia nei manuali scolastici". E' in linea il numero 5 del Bollettino di Clio (Nuova serie) in formato digitale interattivo. Questo numero è dedicato al tema "La storia generale e la storia nei manuali scolastici " con l'intervista a Falk Pingel del Georg Eckert Institut di Braunschweig che permette uno sguardo complessivo sugli orientamenti e le caratteristiche dei manuali di storia dei paesi europei. A seguire contributi, esperienze e recensioni che entrano nel merito della riflessione sul tema con interventi di Ivo Mattozzi, Josep M. Pons-Altés, Valter Deon, Maria Rosa Cuccia, Luisa Bordin, Maria Catia Sampaolesi, P. Lotti, Vincenzo Guanci, E. Perillo. L'editoriale è redatto da Saura Rabuiti che con la Redazione ha curato questo numero. La presentazione del Bollettino è leggibile liberamente.


Leggi la Notizia »

Nel n.15 dei Quaderni di Clio '92 continua la riflessione sul rapporto fra rappresentazioni finzionali e rappresentazioni storiche del passato per la didattica.

Nel n.15 dei Quaderni di Clio '92 continua la riflessione sul rapporto fra rappresentazioni finzionali e rappresentazioni storiche del passato per la didattica. Il numero 15 dei Quaderni di Clio '92 affronta quest'anno due problemi: da un lato la possibilità di conciliare il racconto del passato proposto dai grandi storiografi e dai media (che appassiona e coinvolge) con la storia insegnata; dall'altro la necessità di individuare modalità per fare apprendere la Storia agli studenti, per costruire le loro competenze storiche, senza tediarli come spesso accade; infine, immaginare come usare didatticamente una Storia che parli dei contesti e degli scenari assieme ai soggetti, alle biografie, alle vite delle persone reali ricorrendo a fonti documentarie, e, dove ciò non sia possibile, al racconto verosimile. La rivista è gratuita per i soci che hanno rinnovato l'iscrizione all'associazione oppure può essere richiesta all'indirizzo info@clio92.it


Leggi la Notizia »

Il progetto Milanosifastoria alla seconda edizione- Per il rilancio della cultura e della formazione storico interdisciplinare nell'area milanese.

Il progetto Milanosifastoria alla seconda edizione- Per il rilancio della cultura e della formazione storico interdisciplinare nell'area milanese. Milanosifastoria è un Progetto pluriennale per il rilancio della cultura e della formazione storico-interdisciplinare nell'area milanese, promosso dalla Rete Milanosifastoria e dal Comune di Milano, in collaborazione con Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia - Ambito Territoriale di Milano, Soprintendenza Archivistica per la Lombardia, Archivio di Stato e con il patrocinio del Dipartimento di Studi storici dell'Università degli Studi di Milano è alla sua seconda edizione. Cio '92 aderisce all'iniziativa.


Leggi la Notizia »


Didattica della storia

Abitare la terra. La Summer School “Emilio Sereni” dell'Istituro Cervi di Gattatico (RE) dal 23 al 27 agosto 2016

Abitare la terra. La Summer School “Emilio Sereni” dell'Istituro Cervi di Gattatico (RE) dal 23 al 27 agosto 2016 L'edizione 2016 della Summer School ‘Emilio Sereni', intitolata a colui che insieme ad altri intellettuali incarnò il legame tra cultura e politica, intende portare un contributo alle strategie di pianificazione territoriale e di sviluppo rurale, in modo da favorire l'affermarsi di una stagione che rinnovi il lungo cammino verso i diritti dei lavoratori e la bellezza del paesaggio, binomio essenziale di una società più compiutamente civile e democratica. Il programma è centrato su alcune aree tematiche, che partono da una visione complessiva del rapporto tra l'uomo e la terra, per affrontare temi come le trasformazioni insediative, l'abbandono dei borghi rurali, l'immigrazione, la nuova socialità delle campagne, il recupero del patrimonio storico e le innovazioni dell'architettura rurale.


Leggi la Notizia »

I linguaggi della contemporaneità. Progetto a cura della Fondazione per la scuola - Compagnia di San Paolo

I linguaggi della contemporaneità. Progetto a cura della Fondazione per la scuola - Compagnia di San Paolo Dopo l'edizione 2014-2015 de I Linguaggi della Contemporaneità dedicata alle guerre del post Novecento – indagate nel rapporto di continuità/discontinuità nei confronti di quelle novecentesche –, l'edizione 2015-2016 sarà dedicata alla riflessione su un ambito più circoscritto, che segni però un approfondimento rispetto ai temi già trattati in precedenza. Il tema prescelto è La Figura del Soldato, esaminata anche questa nell'ottica continuità/discontinuità tra Novecento e post Novecento.


Leggi la Notizia »




 
Clio '92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia - Redazione
Accesskey | Accessibilit� | Copyright Clio92 - CF 93030890201 - Tutti i diritti riservati - Powered by Q-web srl Enteweb
Per una visione ottimale del sito si consiglia di utilizzare una risoluzione 1024x768 e carattere medio