Logo Clio92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia
MAPPA DEL SITO | ENGLISH VERSION
ASSOCIAZIONE | LE TESI | Pubblicazioni | STRUMENTI | STORIA DIGITALE | NEWS | AREA SOCI | FORUM |

Ricerca sul Sito

Ricerca


Ricerca Avanzata »

Area Soci

Area Clienti




Sei in: Home � Pubblicazioni » Il Bollettino » Bollettino n. 28 - Luglio 2009

Bollettino n. 28 - Luglio 2009

Periodico dell'Associazione Clio '92  Questo numero può essere scaricato da tutti i lettori

Luglio 2009 - Anno X, n. 28

QUESTO NUMERO  

 

LA TERRA E L'UOMO. IL RAPPORTO TRA GEOGRAFIA E STORIA

“Si parla volentieri della terra e dell’uomo. Due complessi. Per parte nostra, abbiamo dissociato prima l’uno, poi l’altro. E, innanzi tutto, abbiamo sostituito al concetto indistinto e confuso di terra, quello di cosmo, di un vasto insieme armonico, composto di zone climatico-botaniche, ognuna delle quali costituisce un tutto organico, equilibrandosi in rapporto alle altre da una parte e dall’altra dell’Equatore. Poi, alla nozione di uomo, con un processo analogo, abbiamo sostituito quello di società umane, cercando di determinare la vera natura dell’azione di queste società rispetto alle società animali e vegetali che popolano le diverse regioni della terra. Ma resta un grosso problema: quello del valore che hanno per l’uomo i quadri naturali del cosmo. L’abbiamo posto, o per meglio dire, esso si è posto da solo e senza sforzo; ma è necessario riprenderlo.”

Così L. Febvre poneva nel 1922 il rapporto tra geografia e storia. Nel nostro piccolo grande lavoro di insegnanti ce lo poniamo tutti i giorni in termini di curricolo e di pratica didattica in storia e in geografia. E tutti i giorni verifichiamo che non c’è geografia senza storia né storia senza geografia. E sempre più spesso ci accorgiamo di come siano inadeguate le strumentazioni didattiche e manualistiche che abbiamo a disposizione e, soprattutto, di quanto sia parziale la nostra formazione culturale e professionale, sovente troppo sbilanciata su una sola delle due discipline.

Dedichiamo questo numero de “Il Bollettino di Clio” ai rapporti tra storia e geografia e presentiamo tre interessantissime esperienze didattiche sulla questione: M. Calle Carracedo illustra un uso possibile di “Google Earth” nella scuola dell’infanzia, F. Sciarroni affronta nella scuola primaria la correlazione del tempo e dello spazio nella rappresentazione cartografica del mondo, L. Tiazzoldi racconta il confronto tra la grammatica della storia e quella della geografia con gli allievi della secondaria di I grado

C. Brunelli, infine, argomenta intorno ad un possibile curricolo integrato di storia e geografia, collegando riflessioni teoriche ed unità di apprendimento sperimentate nella pratica didattica.

Arricchiscono “Il Bollettino” due succose recensioni di F. Sciarroni del libro di J.M. Besse sul paesaggio e di A. Muni del saggio introduttivo di D. Musti ad una recente riedizione delle Storie di Erodoto.

A chiusura, in controcopertina vi segnaliamo l’unità formativa proposta dalla Library of Congress di Washington a proposito della prima mappa del mondo nella quale viene rappresentata il nuovo mondo con il nome di America, risalente al 1507.Il sito

http://www.loc.gov/rr/geogmap/waldexh.html offre tutti i materiali e gli strumenti per la sua realizzazione.

Buona lettura!

Clio '92 - Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia - Redazione
Accesskey | Accessibilit� | Copyright Clio92 - Tutti i diritti riservati - Powered by Q-web srl Enteweb
Per una visione ottimale del sito si consiglia di utilizzare una risoluzione 1024x768 e carattere piccolo